SUAP (Speciale Unità di Accoglienza Permanente)

  • La SUAP (Speciale Unità di Accoglienza Permanente), così come definita dal DCA 70/2012 ed integrato dal DCA 79/17, è un’unità di cura residenziale ad alta intensità assistenziale di tipo sanitario, deputata alla presa in carico di persone con patologie non acute in fase di stabilizzazione clinica e/o a rischio di instabilità clinica, caratterizzate da alto livello di complessità, sintomi di difficile controllo, necessità di supporto alle funzioni vitali e/o gravissima disabilità e che necessitano di trattamenti residenziali intensivi di cura e mantenimento funzionale, ad elevato impegno sanitario, non erogabili al domicilio o in altri setting assistenziali di minore intensità.I trattamenti sono erogati mediante l’impiego di metodi e strumenti basati sulle più avanzate evidenze scientifiche e costituiti da prestazioni professionali di tipo medico, psicologico, riabilitativo, infermieristico e tutelare, attività di supporto alle funzioni vitali come ad esempio: ventilazione meccanica assistita, alimentazione assistita, NAD, nutrizione enterale e parenterale protratta, accertamenti diagnostici, assistenza farmaceutica, assistenza protesica e fornitura di preparati per nutrizione artificiale.

    Le aree di intervento SUAP attengono:

    • alla continuità alle cure di pazienti stabilizzati
    • agli interventi di riabilitazione funzionale
    • all’assistenza ai pazienti con disordine della coscienza affetti da polipatologie e con definitiva compromissione dell’autosufficienza;
    • al sostegno socio-ambientale temporaneo (funzione di sollievo)
    • all’assistenza ai pazienti con minima coscienza

     

    Modalità di accesso alla struttura per ricovero in Suap

    Il paziente che necessita di accedere alla SUAP, deve preventivamente presentare richiesta ai servizi territoriali del Distretto di competenza PUA (Portale Unico di Accesso)

    Le modalità di ricovero variano a seconda se il candidato abbia il proprio domicilio nel territorio dell’ASL Napoli 1 (tutto il territorio di Napoli città) o in altra ASL, se stia presso il proprio domicilio o sia degente in un Ospedale.

    Il processo viene sempre gestito dal Distretto di appartenenza con l’ufficio PUA (Portale Unico di Accesso).

  • Se il paziente risiede a Napoli devono essere utilizzati i modelli predisposti dall’ASL NA1 reperibili sul portale http://www.aslnapoli1centro.it/ricovero-hospice-suap
  • Se il paziente risiede in altra ASL dovrà rivolgersi preventivamente al Distretto per essere informato sulla procedura necessaria.

La Direzione Sanitaria (o sua delegata) del Distretto Sanitario di appartenenza del paziente, valuta se la richiesta è congrua e, se approva, invia richiesta al Camaldoli Hospital di disponibilità di posto letto.

Alla ricezione della risposta il Distretto autorizza il ricovero che può avvenire immediatamente.

Al momento dell’ingresso nel Camaldoli Hospital, al paziente/familiare è richiesto:

  • Presentazione di valido documento di riconoscimento, tessera sanitaria ed eventuale documento di interdizione all’atto del ricovero, presso il Servizio accettazione
  • Autorizzazione al trattamento dei dati personali (Regolamento Europeo 2016/679)
  • Presa visione e accettazione del regolamento interno della Casa di Cura
  • Presa visione ed accettazione del “Consenso Informato”

florinSUAP (Speciale Unità di Accoglienza Permanente)